Miyazaki, ma non per tutti

Sì, cari fan, c’è tutto quello che vi aspettate di trovare in Ponyo sulla scogliera (Gake no ue no Ponyo) di Hayao Miyazaki: le vecchie, il giovane adulto che fa casini ma è buono, le madri, la natura (in questo caso il mare e la sua fauna), il cibo (quasi una costante nelle opere del regista) e i bambini naturalmente. Oltre al sottotesto ambientalista qui virato anche in chiave di risparmio energetico ed energie alternative.
A beneficio dei genitori italiani, che dovrebbero portare più spesso i loro bambini a vedere i film di Miyazaki, si ricordano sommessamente due importanti lezioni (il cinema del regista nipponico è teneramente didattico). Tralascio i riferimenti letterari pure presenti, perchè rapito dalla magia e stregato dalla straordinaria qualità delle soluzioni grafiche scelte dal regista, che accosta questo film alle pellicole meglio realizzate dal Miyazaki.

La prima: la fiducia incondizionata per i bambini, i loro pensieri, le loro azioni. (Tanto ne ha fiducia Miyazaki che fa un film a loro misura). Non parlate a un bimbo di 5 anni come fosse un deficiente, abbiate la decenza di spiegare il perchè delle vostre azioni (come fa la madre al piccolo Sosuke) e ascoltate i bambini quando parlano, senza usare quella fastidiosa condiscendenza che vi si dipinge sul ghigno.
La seconda: imparate dai bambini l’amore incondizionato per l’Altro, indipendentemente da chi o cosa sia (pesce, bambina, bambina-pesce, pesce-bambina). Io ti amo in quanto sei, non per cosa sei o come sei.
C’è una terza cosa che riguarda tutti: prendersi cura di qualcuno e rispettare una promessa. Non sono cose (solo) da bambini. Perchè sei un essere speciale e io avrò cura di te (Battiato, cit.).
I senza speranza come me hanno pianto per metà film.

Ponyo Ponyo Ponyo sakana no ko
Aoi umi kara yatte kita
Ponyo Ponyo Ponyo fukurannda
Manmaru onaka no onna no ko
Peta-peta pyon-pyon
Asitte iina kakechao
Migi-migi-bun-bun
Otetewa iina tunaijao

Annunci

Informazioni su Souffle

Amante del cinema, delle serie tv e della cucina adora la comunicazione e la scrittura (degli altri). Nel tempo libero fa un lavoro completamente diverso.
Questa voce è stata pubblicata in miyazaki e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

16 risposte a Miyazaki, ma non per tutti

  1. souffle ha detto:

    @luciano: grazie sei sempre gentilissimo. buona serata e grazie di essere passato.

  2. Luciano ha detto:

    Che post! Mi hai molto emozionato. Ho visto i purtroppo tanti miei difetti che non riesco a togliere del tutto (sono un caratteraccio). Premetto che m’impegnerò maggiormente. Devo assolutamente vedere questa Poesia! Un caro saluto.

  3. souffle ha detto:

    @elena: quello della distribuzione del cinema di Miyazaki è un tasto dolente. Il suo cinema è stato spesso maltrattato dai distributori italiani. Se pensi che il suo capolavoro, Il mio vicino Totoro ha oramai 21 anni (è del 1988) e ancora non è uscito in Italia…La Lucky Red non ha nemmeno sfruttato l’onda lunga di Venezia, dove il Maestro fu premiato con il Leone alla carriera.Ma probabilmente è proprio il fatto che Miyazaki faccia un cinema troppo poetico per essere apprezzato da tutti rende difficile distribuirlo bene. Un saluto.

  4. elena ha detto:

    Io non sapevo neppure che fosse uscito un suo nuovo film/cartone. Ma quanta bella pubblicità faranno in giro solo alle pellicole iper-commerciali che vogliono loro? O forse sono io che sono stata molto disattenta? (ci sta eh)

  5. souffle ha detto:

    @noodles: no, anzi mi fa molto piacere, sei stato gentile e ti abbraccio. Un saluto.

  6. Noodles ha detto:

    Splendida recensione. Quando l’ho letta volevo linkarti direttamente r rinunciare direttamente alla mia. Poi ho pensato di quotarti sul mio tumblr ^^ Se non ti spiace.Miyazaki si adora e si osserva rapiti, come bambini. Scriverne, forse, è capzioso.

  7. souffle ha detto:

    Spettatore: eheh lo sarai, lo sarai 🙂 un saluto e grazie di essere passato.

  8. Urca, allora spero di essere anche io senza speranza. 🙂

  9. souffle ha detto:

    @Franca: ma no Franca, dai comincia da questo! E poi vedrai che avrai voglia di vedere tutti gli altri! Un saluto. 🙂

  10. Franca ha detto:

    E io che di Miyazaki non ne ho visto ancora uno, che faccio, m’impicco prima o dopo??Franca

  11. souffle ha detto:

    @Prince: si da vedere assolutamente. E… porta una bella confezione di fazzoletti. ciao e grazie per essere passato!

  12. Prince ha detto:

    Film da vedere allora… x chi come me ancora non lo ha fatto,souffle 1 domanda,dovrò portare dietro molti fazzoletti??ciaooo

  13. souffle ha detto:

    @honey: sì è vero. un saluto e un abbraccio.

  14. honeyboy ha detto:

    “Io ti amo in quanto sei, non per cosa sei o come sei.”esattamente!bello bello bello questo film (poi Miyazaki non ha mai sbagliato un colpo…)

  15. souffle ha detto:

    @Fedra: ti ringrazio e ricambio il grande abbraccio; anche io spero davvero di vederti presto (non farò l’asociale come spesso succede, te lo prometto). ^^ ti mando un bacio.

  16. Fedra ha detto:

    a me stanno tornando su le lacrime anche a leggere questo post :)direi che hai colto nel segno, perfettamente. Miyazaki è sempre meraviglioso, ma con Ponyo si è davvero superato.Un saluto e un abbraccio grande, spero di vederti presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...