Sono io che me ne vado

Violetta Bellocchio è una persona stupenda e complicata, come tutte le persone intelligenti. Ma questo non c’entra con la sua qualità di scrittrice (ma anche sì).

Chi la legge da diverso tempo, sulla miriade di piattaforme (virtuali e reali) su cui plana, gode della sapidità di una scrittura sempre sorprendente, anche quando si occupa di cose apparentemente futili, anche quando quella scrittura così lucida e brillante è incastrata in pubblicazioni tremende (come Rolling Stone).
Noi amiamo le parole. Una delle cose che ci fa amare Capote è che lui si definiva un giocoliere delle parole. E lo era.
Violetta Bellocchio ha una scrittura moderna (senza quella patina di giovanilismo modaiola e fastidiosa), controllata, intelligente senza essere pedante, affilata, ironica (una ironia, e spesso, un sarcasmo, a volte fraintesi o spesso non pienamente compresi).
Non abbiamo ancora letto Sono io che me ne vado (Mondadori, Strade blu), e ne riparleremo, ma siamo certi che ritroveremo – in questa storia dura, difficile, di cambiamenti, di coraggiosi guardarsi dentro, di scelte – quella scrittura ricca di divertita rabbia di chi vorrebbe allontanarsi dallo squallore dei sentimenti a gettone, precotti, prepagati. Semplicemente per sopravvivere. Sono io che me ne vado è la frase che ci è morta in bocca troppe volte.
Sul sito dedicato al libro potete leggerne alcune pagine.
Violetta Bellocchio ha una scrittura femminile. Non (per carità!), femminista, non melodrammatica, non melensa. Ma, vivaddio, femminile, nel senso che trasuda sensibilità (sentire le cose è esercizio di altruismo, poco diffuso tra noi maschi), attenzione, sensualità sottopelle, ironia e distacco.
La letteratura è ritmo e leggendo quelle prime pagine del romanzo, quelli che non la conoscevano comprenderanno subito quale straordinario senso del ritmo abbia la scrittura di Violetta Bellocchio.
Io auguro a questo romanzo tanta fortuna, e cercherò di ricordarmi che se permetto agli altri di trattarmi da vittima, avrò la vita più facile, ma non mi libererò mai della loro compassione.
Annunci

Informazioni su Souffle

Amante del cinema, delle serie tv e della cucina adora la comunicazione e la scrittura (degli altri). Nel tempo libero fa un lavoro completamente diverso.
Questa voce è stata pubblicata in libri. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Sono io che me ne vado

  1. souffle ha detto:

    @anonimo: Violetta Bellocchio sta lavorando a un secondo romanzo e sarà felice di sapere che il suo primo ti è piaciuto. E’ un libro notevole e sono contento che ti abbia colpito.Anche io mi ci sono ritrovato, non ti dico in cosa… ^^Un saluto e grazie per essere passato.

  2. Anonymous ha detto:

    comprato due giorni fa curiosando in libreria, mi ha colpito l’introduzione….che dire, non conoscevo violetta, non ho letto da nessuna parte di questo libro se non fino ad ora…l’ho scelto d’impeto…o è lui che ha scelto me…non lo so, so so che mi è piaciuto molto, e sinceramente mi ci sono ritrovato molto…spero di leggere presto anche un secondo libro

  3. souffle ha detto:

    ciao. Sì Gray ha sopreso anche me. Grazie per il tuo commento e comunque a Souffle puoi scrivere a:aboutdesouffle@tiscali.itcosì la risolviamo… eheh

  4. Anonymous ha detto:

    Caro souffle sono pienamente d’accordo con te. Violetta è un gran talento, sono proprio curioso di leggere il suo romanzo d’esordio.A presto ciao!PsSaratheHutt non mi ha ancora dato la tua mail…. Comunque il director’s cut di Cruising merita 7 (da Friedkin onestamente mi aspettavo un po’ di più, anche se forse manca ancora qualcosa in termini di metraggio…), mentre Two Lovers è stata una gran sorpresa dato che non immaginavo che James Gray avesse la mano anche per il melò: voto 7

  5. souffle ha detto:

    @noodles: grazie a nome di Violetta. ^^ un saluto e grazie per il tuo commento.

  6. Noodles ha detto:

    Lo comprerò al più presto, rimandando indietro anche altri libri che attendono. La scrittura di Violetta crea dipendenza, un libro intero fatto di sue parole è da avere immediatamente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...