Splendori e miserie

Convivere con un uomo non è semplice:
richiede pazienza, abnegazione e danaro
Ugo Tognazzi/Madame Royale istruisce la “figlia” Mimmina


Penultima regia di Vittorio Caprioli – un regista che andrebbe (ri)scoperto da menti curiose, Splendori e miseri di Madame Royale è un noir gay, la discesa verso l’abisso per amore.
Un ex ballerino, ora corniciaio, con figlia problematica a carico, che per amore di un commissario di polizia che approfitta del fascino che ha per lui, diventa un informatore, un “infame” e si aliena quell’unico mondo di amici che lo considera un essere umano (avranno pure il difetto ma sono creature di Dio).
Caprioli disegna il mondo omosessuale della Roma anni ’70 senza patetismi, con un realismo divertito e divertente (le feste a casa di Madame Royale sono il tgriofno dell’eleganza e del buon gusto, baccanali usciti dal Satirycon e putti di pasoliniana bellezza), ma senza trascurarne il lato patetico, rifuggendo il politicamente corretto ma anche quella scorrettezza politica usata ipocritamente dagli omofobi per mascherare le proprie paure e il proprio disprezzo.
Ugo Tognazzi incarna mirabilmente il protagonista, donandogli straordinarie dignità e umanità.
Aiutato da Medioli e Zapponi, Caprioli scrive una storia di grande efficacia, illumina i fotogrammi grazie a Giuseppe Rotunno e li assembla con il prezioso aiuto di Ruggero Mastroianni.
Straordinario insuccesso all’epoca, anche di imbarazzata critica, visto l’argomento, oggi che i tempi paiono essere cambiati (forse) merita di essere rivisto, nella sua decadente tristezza, da tutti quelli che la solitudine e la ricerca d’amore hanno spinto a sacrificare tutto. Di seguito, la festa chez Madame.

Annunci

Informazioni su Souffle

Amante del cinema, delle serie tv e della cucina adora la comunicazione e la scrittura (degli altri). Nel tempo libero fa un lavoro completamente diverso.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...