The last days of April

Stephen Ryder che già in L.I.E. aveva indagato i sentieri pericolosi dei rapporti tra un adolescente sbandato e bisognoso di affetto e un adulto, è autore anche dello script di The Last Days of April di Rick Lancaster, dove la protagonista è una reduce di guerra, mercenaria in Iraq, con qualche turba psichica, che rapisce un ragazzino 14enne per farne oggetto di un bizzarro rapporto. Quello che è un rapimento evolve in qualcosa d’altro. Il film esce in USA il 25 settembre 2009. Vedremo se scatenerà polemiche discussioni o, più semplicemente, passerà inosservato, e sopratutto se sarà un film per il quale varrà la pena andare al cinema. Nell’attesa, ecco il trailer.


Annunci

Informazioni su Souffle

Amante del cinema, delle serie tv e della cucina adora la comunicazione e la scrittura (degli altri). Nel tempo libero fa un lavoro completamente diverso.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

4 risposte a The last days of April

  1. Anonymous ha detto:

    Damn I was going to buy a new Hummer in late 2012 and drive around the country for a vacation, Now I am going to have to shave my head and join the Hari.s, Muslims, Jews, Jehovah s, Mormons, Christians, and a few other wing nut groups just to cover all my bases.[url=http://2012earth.net/planetery_ascension_12-24_december_2012.html]Light Beings [/url] – some truth about 2012

  2. Nicole Diver ha detto:

    A meno che non ci sia qualche scena di sesso e/o ammazzamenti vari non vedo reali motivi di vedere questo film

  3. souffle ha detto:

    @Martin: ti ringrazio molto. Non mi permetterei di darti del "tamarro", mi riferivo solo a quello che tu dicevi sulla tua passione per una, a detta tua, "tamarrata" che vedevi volentieri. Un saluto e grazie per essere passato.

  4. Martin ha detto:

    Totalmente OT vorrei assicurarmi che non inorridissi di fronte alla mia intenzione di aggiungerti alla mia lista, malgrado penda sul mio capo l'imputazione di "tamarro" (btw ti ho risposto sia da me che da Alberto).A parte tutto trovo interessante questo tuo tentativo di uscire da certi schemi e ti seguo con interesse.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...