sushi di tonno

Spesso leggiamo o sentiamo dire che una canzone, un film, un libro “mi hanno cambiato la vita”.
Tra le affermazioni retoriche è quella forse più impegnativa.

Cambiare la propria vita (in che senso poi?) è qualcosa di traumatico, difficile, profondo, impegnativo e doloroso.
Decidere di cambiare la propria vita o anche semplicemente modificarla necessita di forza e determinazione, provoca la fine di amicizie e la nascita di nuovi rapporti, ci aliena le persone che prima ci stavano intorno, potrebbe addirittura farci ritenere “matti” da chi prima ci considerava “normali” o addirittura “brillanti”.
Tra le frasi che non si dovrebbero usare con leggerezza, “quel film/libro/disco mi ha cambiato la vita” occupa un posto di primo piano.

A questo si aggiunge la considerazione che se un film o un libro riescono a farci modificare la nostra vita, devono essere opere talmente potenti e straordinarie da spingerci a rifiutare un comportamento che prima tenevamo.

Mi spiego. Leggo un romanzo e smetto di usare detersivi chimici. Vedo un film e decido che non farò mai più battute stupide sulle persone in difficoltà. Ascolto un disco e lascio la città per andare a vivere sui monti.

Oppure decido di non frequentare più gente orrenda, di non andare più a feste dove si spreca il cibo e si consuma energia elettrica inutilmente.

Decido di fare un figlio o decido che non ne farò mai uno.

Cose così.

Ma tant’è. Abbiamo svuotato di significato la parola amico, non si vede perché non possiamo dire che quel ristorante ci ha cambiato la vita?

Nel frattempo, comincerò a leggere Se niente importa. Perché mangiamo gli animali, di Jonathan Safran Foer. Vediamo se mi cambia la vita e, dopo avere letto a che temperatura devono essere conservate le carni del tonno per evitare di prendere su germi (e di come siano pochi i ristoranti che lo fanno), smetto di mangiare sushi di tonno.

Annunci

Informazioni su Souffle

Amante del cinema, delle serie tv e della cucina adora la comunicazione e la scrittura (degli altri). Nel tempo libero fa un lavoro completamente diverso.
Questa voce è stata pubblicata in libri. Contrassegna il permalink.

8 risposte a sushi di tonno

  1. souffle ha detto:

    @Ale: sì ne circolano tante. 🙂 un abbraccio Ale.

  2. AB ha detto:

    Ciao Frà, condivido pienamente le tue riserve sull'abuso dell'espressione virgolettata in apertura di post: è una delle brutture più diffuse e urticanti che circolano impunemente di bocca in bocca (a dire il vero ce ne sono a bizzeffe e chissà quante ne usiamo senza avvedercene).Un abbraccio,Ale

  3. souffle ha detto:

    @iosif: raramente i libri cambiano la vita aggiungerei io. A mio parere più che altro usiamo con leggerezza una frase che significa trauma. Cambiare la propria vita (anche nelle piccole cose) è più difficile di quanto sembri.Sui libri che formano la vita, anche qui ho dei dubbi.Nel senso che noi siamo fatti in un certo modo (biologicamente), aggiungiamo i mezzi economici e l'ambiente familiare (crescere in una casa dove ci sono libri o la disponibilità a comprarli è diversa da una casa dove si fa fatica a mettere insieme pranzo e cena).E il nostro essere in un certo modo ci fa "cercare" certi libri e certi film, ascoltare certa musica e rigettarne altra, giocare con il meccano e non con il dolce forno (e viceversa).Un libro che cambia la vita potrebbe essere un libro che ci rivela qualcosa di noi che avevamo tenuto nascosto a noi stessi e le lacrime di rabbia e vergogna mentre leggiamo ce lo rivelano.Un libro o un film che ci cambia la vita ci può spingere a vedere noi stessi e gli altri in modo diverso e a fare cose che prima non avevamo pensato di fare.Ma sono situazioni rare. Più spesso adoperiamo un meccanismo di difesa, come l'indifferenza o il rigetto. Ci lasciamo passare addosso le cose, perché affrontarle sarebbe un trauma troppo grande.Un saluto e grazie per il tuo commento.

  4. iosif ha detto:

    è una questione d'età. di certo ci sono libri, dischi e film che ci hanno formato la vita. ad alcuni io do anche un po' di colpe, ma rinnegarli è ormai impossibile.ne ho già sentito parlare molto bene, del nuovo libro di jonfen. considerando che ho trovato notevole il primo ed ho abbandonato a metà il secondo, forse sarebbe il caso di dargli un'altra chance.però, questo devo aggiungerlo, raramente i libri che cambiano la vita sono quelli che lasciano pagine bianche a scopo retorico.

  5. souffle ha detto:

    @watkin: anche quello è un cambiamento. A me sono venuti solo esempi di un tipo, ma il tuo si aggiunge senz'altro.

  6. Watkin ha detto:

    A me la visione di Viale del tramonto però la vita l'ha cambiata davvero. Non in senso etico, ma prima passavo il tempo libero in modo diverso.

  7. souffle ha detto:

    Di certo non basta. Vedremo. Posso promettere sicuramente che dirò che mi ha cambiato la vita solo se lo avrà effettivamente fatto.

  8. UnoDiPassaggio ha detto:

    Facciamo così. Se il libro-saggio di Safran Foer ti cambia la vita fa' un fischio. Ma deve cambiartela in modo consistente eh. Non so se il solo sushi di tonno mi basti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...