Vancouver journal #3

Iniziamo con una rettifica che faccio volentieri su sollecitazione del Consolato, spinto dalle  cortesi richieste e da una foglia d’acero mozzata trovata sul letto. I negozi di liquori sono forse un po’ tristi ma non è vero che il vino si trova solo col tappo a vite. Ci sono ottimi vini  con il loro bel sughero. Dai 18 dollari in su.
Ma voltiamo decisamente pagina e parliamo del tempo, come facciamo tutti in ascensore,lookout specie se l’ascensore è a strapiombo, tipo se sali sulla Vancouver Lookout, la torre panoramica con ascensore esterno (indicato dalla freccia nella foto qui a fianco) che ogni volta ce ci passo davanti penso a Die Hard. Non so, mi immagino un terrorista che spara sulla cabina da un elicottero e Bruce Willis che ci salva prima che precipitiamo. La mia immaginazione corre quanto le mie vertigini. 

C’è una cosa che ha sconvolto recentemente la popolazione di Vancouver. No, non parlo delle elezioni dove tutti i sondaggi davano per vincente il Nuovo Partito Democratico, e invece i conservatori di destra hanno vinto ancora (per la quarta volta). A proposito, vi ricorda qualcosa?
Comunque, la cosa che ha sconvolto la popolazione è l’apparizione del sole. Alcuni scienziati sono intervenuti immediatamente per rassicurare la cittadinanza; la popolare palla di fuoco è lassù nel cielo da (quasi) sempre e sempre (o quasi) ci resterà. La  comparsa del colorato giallone, come è stato subito ribattezzato dai bambini che lo hanno disegnato su enormi fogli di carta, è durata poco. Sono ritornate subito le rassicuranti nuvole, soffice tetto che protegge i grattacieli. Ok, stiamo scherzando, ma qui il freddo continua.birrificio
Quando fa freddo è piacevole fare due cose: bere una buona birra stando nel caldo rassicurante di un locale e andare al cinema comodamente seduto in una poltrona reclinabile: check and check.
Il birrificio di Granville Island è stato il primo microbirrificio della città, offre una notevole varietà di birre che variano con la stagione, se fai un piccolo tour dello stabilimento, che oramai produce poco dato che il grosso si è spostato altrove, qui rimane spazio per qualche sperimentazione (e un po’ di fuffa per turisti ma è piacevole lo stesso); non solo scopri quante operazioni stanno dietro a un boccale di birra, ma ti godi anche un assaggio. Le tre birre gustate sono state piacevoli e due di queste me le sono portate a casa.
L’altra cosa da fare quando piove è ficcarsi in un cinema, magari a vedere, che so, dico a caso, Star Trek in 3D + IMAX. Una esperienza che se anche il film fosse stato brutto (e non lo era) avrei ripetuto, cioè se mi avessero detto: puoi restare a rivederlo, l’avrei rivisto.biglietto
Lo schermo, il suono perfetto, la sensazione di essere davvero avvolto dal film. 19 dollari, certo, ma se li è guadagnati. Sala con pubblico grato, in religioso silenzio, avvinto e plaudente alla fine. Grazie.
Di Star Trek ne riparleremo quando uscirà in Italia, mentre non parleremo più del distributore di burro fuso che si può usare dopo avere acquistato i pop corn al cinema. Premi e il fiume di grasso animale scende copiosamente a irrorare i tuoi pop corn nel sacchetto formato elefante. Ora sei pronto per vedere il tuo film. Alla prossima.

Annunci

Informazioni su Souffle

Amante del cinema, delle serie tv e della cucina adora la comunicazione e la scrittura (degli altri). Nel tempo libero fa un lavoro completamente diverso.
Questa voce è stata pubblicata in scrittura, Vancouver journal e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Vancouver journal #3

  1. Souffle ha detto:

    Ciao Noodles, pensavo avessi avuto invidia per il distributore di burro fuso 🙂
    In effetti è stato bello, mi sentivo come una ragazza al primo appuntamento, ansioso, pieno di aspettative, eccitato, desideroso di non essere deluso. L’Imax si è comportato benissimo e mi ha fatto passare un bel pomeriggio. Senza burro fuso. 🙂
    Un abbraccio

  2. Noodles ha detto:

    grossa invidia per quella visione lì di Star Trek…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...