Archivi del mese: ottobre 2013

Gravity, accettare la solitudine

Non dobbiamo caricare Gravity, il successo (1) di Alfonso Cuarón dei significati cui non ambisce, presentandosi per quello che è, un formidabile momento di intrattenimento claustrofobico che serve finalmente in modo degno il digitale e la tecnologia 3D.  Però qualche … Continua a leggere

Pubblicato in cinema 2013, scrittura | Contrassegnato , | 2 commenti

Lo sconosciuto del lago, o della disperata ricerca di affetto

Di fronte a un film come Lo sconosciuto del lago la critica si è trovata spesso spiazzata. Ha avuto consapevolezza della bellezza della pellicola, ma non è riuscita pienamente a decifrarla, tentando goffamente di ricondurre a parametri etero una storia omosessuale … Continua a leggere

Pubblicato in cinema 2013, le cose migliori, politics | Contrassegnato , | 4 commenti