I segreti di Osage County, il film “di” Meryl

Una volta, tanto tempo fa, il pubblico che andava al cinema diceva al familiare, amico, vicino di casa, “vado a vedere un film di James Stewart”, “stasera danno il nuovo film di Bette Davies”.

Il film si incarnava con l’attore o l’attrice protagonista, il regista era ignorato – tranne i registi “attori”, Hitchcock per esempio – perché al pubblico interessava in quale nuova storia lo avrebbero portato Cary o Ingrid.osage1

I segreti di Osage County (pruriginoso titolo italiano per August: Osage County) è un film di Meryl, che invade il fotogramma, bypassa anche la forte sceneggiatura per imporre la sua presenza al centro dell’inquadratura, come peraltro richiesto dal suo personaggio. Violet Weston una donna anziana la cui malattia (tumore alla bocca) unita all’abuso di farmaci l’ha incattivita verso il mondo e verso un marito con cui forse è sposata da troppo tempo. Quando il marito scompare le tre figlie tornano a casa per capire cosa sia successo, innescando una serie di conflitti in cui ci sarà modo per dirsi brutte cose e farsi ancora male, riemergendo rancori, rimpianti, l’impossibilità di volersi bene. osage2
C’è un po’ di tutto nel dramma teatrale di Tracy Letts (che ha scritto anche il play usato da Friedkin per Kille Joe) che scrive anche la sceneggiatura. Tre figlie che non si vedono da tempo col carico di odi e rancori (due sono andate vie dall’Oklahoma, una è rimasta incastrata nei paraggi), la sorella di Violet disfatta da una vita sprecata, la nipote 15enne che fuma erba e viene palpata dal boyfriend adulto di una delle sorelle, figli che hanno padri diversi da quelli che li hanno cresciuti, il tutto immerso nel caldo soffocante di un agosto dal quale si vuole solo fuggire.

Unhappy ending, rivedersi fa solo male, il recupero di affettività è impossibile. Violet, la osage3madre cattiva che riversa sulle figlie l’odio per una infanzia di abusi e violenze, deve essere abbandonata. Così ha fatto suo marito, così fanno le figlie. Che fuggono da un posto dove fa decisamente troppo caldo per restare. Specie in agosto.

John Wells – bravissimo produttore televisivo e show runner – si cimenta con la regia cinematografica restando al servizio del copione e sopratutto degli attori. Julia Roberts (la figlia maggiore) gareggia con Meryl che però vince in controllo dell’overacting.

Annunci

Informazioni su Souffle

Amante del cinema, delle serie tv e della cucina adora la comunicazione e la scrittura (degli altri). Nel tempo libero fa un lavoro completamente diverso.
Questa voce è stata pubblicata in cinema 2013, cinema 2014, meryl streep, scrittura e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a I segreti di Osage County, il film “di” Meryl

  1. Paolo ha detto:

    un gran bel film

  2. Alessia ha detto:

    film splendido in tutta la sua crudele amarezza, ma devo dire che ho trovato la Roberts, incredibile ma vero, anche più efficace della Streep. La questione dell’Overacting la discuto da giorni, per me con questo tipo di soggetto marcare nella recitazione è inevitabile nonchè dovuto ai personaggi stessi Ok, ci sono modi diversi di gestire i tempi di un personaggio, ma ripeto che con questo tipo di Piece secondo me non si può tecnicamente parlare di Overacting, dato che è l’opera stessa a richiedere un certo approccio, Complimenti comunque per la tua analisi, Ti lascio la mia recensione 🙂 http://firstimpressions86.blogspot.com/2014/02/august-osage-county.html

    • Souffle ha detto:

      beh sì, probabilmente è vero che l’opera stessa che richiede di stare sulla linea, cercando naturalmente di non cadere 🙂
      Grazie per la tua recensione e per la tua visita! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...