Ellen Page, il coming out e la prossemica

I fatti. Una settimana fa, il giorno di San Valentino, l’attrice canadese Ellen Page, nota ellenpagesopratutto per Juno (ma anche per Hard Candy), parla  a una conferenza sul rispetto dei diritti umani nei confronti delle persone omosessuali, in modo particolare i giovani gay e lesbiche, e ad un certo punto rivela che la ragione per cui è lì è perché è gay, è stanca di nascondersi o di mentire per omissione quando qualcuno le chiede se lo sia. E desidera che il suo coming out dia forza a tutti i giovani gay e le giovani lesbiche per uscire fuori dall’armadio e vivere la propria sessualità, combattere discriminazioni bullismi e violenze.ellenpage2

Molti hanno commentato questo video, lo hanno condiviso sui social network, hanno diffuso il loro entusiasmo per questa uscita coraggiosa e importante.
Non ci uniremo a loro dicendo cose note. Vorremmo invece segnalare una cosa che la visione del filmato – che vi invito ovviamente a vedere (lo trovate in coda a questo pezzo) – ci ha suggerito.

Nella prima parte del suo intervento Ellen Page fa un discorso “istituzionale”, il tono è quello che avrebbe qualunque persona interessata al tema dell’uguaglianza, che non sopporta le discriminazioni e si unisce al coro dei firmatari.
Poi, ad un certo punto, ecco la frase “I’m here today because I’m gay”. Il pubblico inizia ad applaudire, lei sorride grata e leggermente imbarazzata, il tono cambia, la prossemica muta, in quel momento Ellen si toglie un peso, condivide una parte importante di sé con gli altri. Si libera della rigidità del discorso ufficiale, va fuori copione, è se stessa e in quel momento le parole, i gesti, la postura, acquistano ancora più forza.ellenpage3
Questo momento risponde perfettamente alla domanda: ma è così importante dire che si è gay? Sì, lo è. E lo è per la semplice ragione che questa epifania si porta dietro sostanza. IO so cosa state passando, giovani gay e lesbiche all’ascolto, IO so perché sono come voi. E IO vi posso capire, e proprio perché vengono da ME, le parole non hanno il peso leggero di un intervento di circostanza.
Essere gay non è solo un orientamento sessuale, è un modo di vedere il mondo, dargli significato, rapportarsi ad esso e agli altri.
Fate attenzione a quel momento in cui Ellen dice di essere gay, alla prossemica. E capirete.
http://www.youtube.com/watch?v=AqJThFrFXh4

Annunci

Informazioni su Souffle

Amante del cinema, delle serie tv e della cucina adora la comunicazione e la scrittura (degli altri). Nel tempo libero fa un lavoro completamente diverso.
Questa voce è stata pubblicata in comunicati, le cose migliori, maschi e femmine, media e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...