Archivi del mese: agosto 2014

Due o tre cose che credo di avere capito degli Emmy

The strength of the Television Academy is the member base. With over 19,000 members divided into 29 peer groups, the Television Academy represents television professionals from every field. Ogni anno si svolge la cerimonia di consegna degli Emmy Awards, premio … Continua a leggere

Pubblicato in premi, serie tv che non vede nessuno, televisione | Contrassegnato , , , , | 3 commenti

The honourable woman, lezioni di politica e di televisione

Si resta sempre ammirati dalla capacità delle serie UK di dire tanto in pochi episodi (sono 8 e si chiude lì) (1), e del coraggio di affrontare argomenti delicati (i rapporti Israele/Palestina, di drammatica attualità in questi mesi, coincidenze fortunate … Continua a leggere

Pubblicato in le cose migliori, politics, scrittura, serie tv che non vede nessuno | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Cattivi vicini, la commedia sboccata si fa tradizione

Cattivi vicini (Neighbors), sembra paradossale scriverlo, è partorito dal lato maturo della mente produttiva di Seth Rogen e Evan Goldberg, quello che tirano fuori per prendersi una pausa dalle operazioni adolescenti distruttive e divertentissime come Pineapple Express. Il canovaccio è presto costruito, … Continua a leggere

Pubblicato in cinema 2014, maschi e femmine, scrittura | Contrassegnato , | 1 commento

Splendido visto da qui, un saggio generazionale

“Io sono di Novanta, non riesco a seguire discorsi lunghi” “Uno che comincia a mangiare il Buondì dal basso non è normale” Quando ho mostrato gli acquisti librari estivi a un caro amico dicendogli di avere comprato sopratutto saggi, lui … Continua a leggere

Pubblicato in le cose migliori, libri, marketing, nostalgia canaglia, scrittura | Contrassegnato , , , | 2 commenti