A bigger splash, o del cinema insolente di Guadagnino

Non ci ho capito nulla, in questo film non succede nulla
(una signora alla fine della proiezione al cinema Eliseo, Milano)

Il cinema di Luca Guadagnino (parliamo sopratutto degli ultimi due suoi titoli) divide, spazientisce, disturba e si merita così tutta la nostra attenzione.bigger3
Il maggiore senso di fastidio per il pubblico probabilmente deriva dall’insolenza e dalla sfacciataggine con cui il regista, complice e critico insieme, in A bigger splash racconta di persone, ricche, snob, annoiate e aliene dalla vita vera, che nuotano in una bolla di privilegi che sentono dovuti.

Nell’isola di Pantelleria, in una bellissima casa con piscina trovano rifugio una cantante rock, Marianne Lane (Tilda Swinton) e il suo nuovo compagno, che ha un passato bigger4di alcolista e tentativo di suicidio e in qualche modo ha salvato lei da una esistenza distruttiva. Nella loro tranquilla e indolente routine irrompe Harry Hawkes (Ralph Fiennes) manager di lei, un tempo suo compagno, che non si è mai rassegnato alla rottura. Invadente, irruento, debordante, l’uomo si è portato con sé la figlia adolescente. La miscela diventa presto esplosiva, la routine si rompe, l’equilibrio si spezza e arriva un omicidio e con esso la vita reale e i suoi drammi, ma insieme l’impunità di chi è troppo bello e ricco per andare in galera.bigger5

Guadagnino filma il contrasto tra l’isola e la sua gente, i rifugiati nei campi e i ricchi stranieri che ottengono un tavolo nel ristorante pieno in nome della fama, esalta il distacco tra il luogo degli scontri (la casa magnifica con piscina) dove i personaggi manifestano rancori e disagi mettendo in scena – per il piacere di noi del pubblico – il loro gioco al massacro, e il fuori, la cittadina, la festa popolare le passeggiate, dove queste figure disegnate dal regista sembrano quasi recuperare sentimenti più veri e nobili, smessi gli abiti di scena.
All’interno del luogo-piscina il produttore Harry manifesta il suo disprezzo per l’isola, all’esterno se ne dimostra grande e appassionato conoscitore, scovando prelibatezze culinarie fatte a mano, il ristorante che non conosce nessuno. 
Il languido atteggiamento snob dei personaggi sul set-piscina diventa coinvolgimento col popolo nel fuori-set delle visite al paese con tanto di entusiasmante karaoke, che a questo punto non può che farsi sfacciata metafora.

La villa e la piscina sono il luogo dove i corpi sono nudi, i personaggi si sentono a loro agio, bigger1protetti, mentre fuori dal set è tutto ignoto e forse ostile, e trova i protagonisti impreparati, fragili, specie quando il loro collegamento tra vita finta e vita vera, Harry Hawkes il produttore, muore nel penultimo atto della tragedia greca (e del resto siamo in Sicilia, magna Grecia).
Una tragedia che subito scolora in farsa quando il solerte carabiniere incaricato delle indagini riconosce l’impunità all’icona rock, la rappresentazione vince sempre sulla realtà.

Il bigger splash, il bagno di realtà dei personaggi ha smosso solo un poco le acque della bigger2bolla dei privilegi. I personaggi possono tornare a (non) vivere o vivere per sempre.
L’assenza di giudizio morale, la mancanza di un affresco politico o sociologico, la consapevolezza che è tutto finto, il gioco totale col cinema e la sua necessità di andare oltre il racconto ci il regista molto simpatico e il suo cinema godibilissimo.

Nel film non succede nulla, per chiosare la signora anziana delusa dalla proiezione. In realtà succede di tutto ma non è quello che la signora avrebbe voluto vedere.

Annunci

Informazioni su Souffle

Amante del cinema, delle serie tv e della cucina adora la comunicazione e la scrittura (degli altri). Nel tempo libero fa un lavoro completamente diverso.
Questa voce è stata pubblicata in cinema 2015, le cose migliori, maschi e femmine e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...