Archivi del mese: gennaio 2016

Steve Jobs, quando lo sceneggiatore fa fuori il regista

Chi arriva a vedere Steve Jobs di Danny Boyle dopo avere letto l’omonima, potente e monumentale biografia (l’unica “autorizzata) scritta da Walter Isaacson potrebbe rimanere deluso dalla scelta fatta dallo sceneggiatore Aaron Sorkin di “usare” il libro per coglierne solo … Continua a leggere

Pubblicato in cinema 2016, le cose migliori, politics, scrittura | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Il Dottor Solomon e io #9

Mi chiamo Pascal e sono uno scienziato, dirigo un Dipartimento all’università e nel mio lavoro sono ordinato, razionale e preciso. La mia vita personale è caotica, disordinata e depressa dopo alcune vicende affettive. Sto affrontando con scetticismo, volontà e curiosità un … Continua a leggere

Pubblicato in Dottor Solomon, scrittura | Contrassegnato , | 10 commenti

Carol, o delle geometrie dell’amore

L’inizio dell’anno si apre con uno dei film forse migliori visti da tempo. Todd Haynes che ama il melodramma degli anni ’50 compie un ulteriore passo, superando la calligrafia usando un genere marginalizzato dal cinema odierno, per raccontare come siano … Continua a leggere

Pubblicato in cinema 2016, le cose migliori, maschi e femmine, nostalgia canaglia, scrittura | Contrassegnato , , | 5 commenti

Star Wars, o del formidabile rilancio del franchise

They wanted to do a retro movie. I don’t like that  George Lucas su Star Wars VII, il risveglio della Forza. Lucas che ha inventato la saga e ne ha curato la diffusione nel mondo adattandola al mutato gusto delle … Continua a leggere

Pubblicato in cinema 2015, scrittura | Contrassegnato , , , | Lascia un commento