Archivi del mese: maggio 2012

Molto forte, incredibilmente vicino, il cambiamento è accettarsi

Try again. Fall again. Fall better  (Parafrasando Beckett) A Stephen Daldry piace confrontarsi con i libri di successo, siano essi il meno conosciuto romanzo di Bernhard Schlink (The Reader), o il fenomeno mediatico/letterario The Hours di Cunningham, fino al ROMANZO dell’11 … Continua a leggere

Pubblicato in cinema 2012, infanzia, libri, politics, scrittura | Contrassegnato , , | 3 commenti

Person of interest, c’è altro dietro il procedurale

Ora che si è chiusa possiamo dirlo. Person of interest è stato uno degli esordi migliori della stagione televisiva americana (ora è arrivata anche in Italia). Ingiustamente trascurata dal culto mediatico che ha raccolto immeritatamente Alcatraz, Person of interest si … Continua a leggere

Pubblicato in le cose migliori, serie tv che non vede nessuno, televisione | Contrassegnato | 4 commenti

Chronicle, il lato oscuro del teen superhero

Qui non si scrivono recensioni, si scrivono pezzi di vita o pezzi di torta, fatta in casa naturalmente. Così se devo raccontare a chi capita da queste parti Chronicle, l’esordio di di Josh Trank – figlio d’arte – scritto da … Continua a leggere

Pubblicato in cinema 2012, scrittura | Contrassegnato , | Lascia un commento

Una spia non basta, il mainstream conservatore

Ah, che nostalgia degli scontri maschio-femmina filmati da Hawks, che rimpianto per la perfidia delle battute dei film di Cukor.  Quando ci si trova davanti a Una spia non basta (in USA intitolato in modo più fumettoso This Means War) … Continua a leggere

Pubblicato in cinema 2012, maschi e femmine | Contrassegnato , | 1 commento