Archivi tag: scrittura

Alla ricerca di Dory, la Pixar e gli archetipi

Dopo avere regalato sogni e incassi alla Pixar con Alla ricerca di Nemo, Andrew Stanton riprende in mano la sua storia per (ri)costruire un’altra “ricerca del padre” saccheggiando immortali archetipi e consegnando allo Studio uno dei più formidabili incassi nella storia … Continua a leggere

Pubblicato in cinema 2016, le cose migliori, scrittura | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Ma Loute, la follia controllata di Dumont

Si rischia di apparire balbettanti nelle proprie considerazioni di fronte a un film come Ma Loute di Bruno Dumont, tanto ha riempito occhi e mente di meraviglia. Ambientato nella Côte d’Opale nel 1910 (siamo dalle parti di Calais), vede protagoniste due … Continua a leggere

Pubblicato in cinema 2016, le cose migliori, scrittura | Contrassegnato , , | Lascia un commento

La pazza gioia, sani di diventa

Incastonato negli anni ’60 (la gloria del cinema italiano) come spirito giocoso e matto e allo stesso tempo estremamente consapevole dell’oggi, il cinema di Paolo Virzì è meraviglioso proprio per il suo prendere insieme in un applauso a fine proiezione … Continua a leggere

Pubblicato in cinema 2016, classici, le cose migliori, maschi e femmine, scrittura | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Il Dottor Solomon e io #11

Mi chiamo Pascal e sono uno scienziato, dirigo un Dipartimento all’università e nel mio lavoro sono ordinato, razionale e preciso. La mia vita personale è caotica, disordinata e depressa dopo alcune vicende affettive. Sto affrontando con scetticismo, volontà e curiosità un … Continua a leggere

Pubblicato in cinema 2015, Dottor Solomon, scrittura | Contrassegnato , | 1 commento

Al di là delle montagne, il cinema limpido di Jia Zhang-Ke

Esce miracolosamente dopo un anno dalla proiezione cannense questo formidabile film che vedemmo a giugno 2015, durante la rassegna milanese dei film del Festival. Riproponiamo quanto scrivemmo allora. Al di là delle montagne (Mountains may depart nel titolo internazionale) viene … Continua a leggere

Pubblicato in cinema 2016, le cose migliori, nostalgia canaglia, politics, scrittura | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Brooklyn, un’anima divisa in due

Sentirsi “a casa” è difficile quando vorremmo essere in due posti contemporaneamente, quando lasciare casa e trovare casa da un’altra parte inevitabilmente farà soffrire qualcuno. Il partire da un piccolo posto in cui ci si sente stretti, soffocati dalle infinite … Continua a leggere

Pubblicato in cinema 2016, le cose migliori, libri, maschi e femmine, scrittura | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Room, la stanza non funziona

Qui dobbiamo necessariamente partire dalla fine di Room di Lenny Abrahamson e dire che no, proprio non ci piace quando in chiusura la macchina ci offre un dolly a salire mentre la musica invade prepotentemente l’inquadratura e poi parte pure la … Continua a leggere

Pubblicato in cinema 2016, scrittura | Contrassegnato , | 2 commenti